AR 4C vince il titolo ‘Auto, Motor und Sport – Best Cars 2014’

L’Alfa Romeo 4C vince il titolo ‘Auto, Motor und Sport – Best Cars 2014’

L’affascinante supercar compatta conquista gli esperti lettori della nota rivista tedesca
L’Alfa Romeo 4C vince il premio nella classifica Importatori – categoria ‘auto sportive’ – davanti a 28 modelli appartenenti all’Olimpo delle supersportive
Ha ritirato il trofeo Louis-Carl Vignon, Head of Alfa Romeo EMEA, intervenuto oggi alla cerimonia di premiazione che si è svolta a Stoccarda (Germania)
Sul podio anche l’Alfa Romeo MiTo, nella categoria ‘utilitarie’, e l’Alfa Romeo Giulietta tra le vetture ‘compatte’

Alfa Romeo non poteva iniziare meglio il 2014: i lettori della rivista specializzata ‘Auto, Motor und Sport’ assegnano all’Alfa Romeo 4C il titolo di ‘Best Cars 2014’ nella classifica Importatori – categoria ‘auto sportive’ – davanti a 28 modelli appartenenti all’Olimpo delle supersportive, in generale vetture molto più costose dell’affascinante coupé italiano con telaio in fibra di carbonio, trazione posteriore e motore in posizione centrale.

Ha ritirato il trofeo Louis-Carl Vignon, Head of Alfa Romeo EMEA, intervenuto oggi alla cerimonia di premiazione che si è svolta a Stoccarda (Germania).

Nella votazione per ‘Best Cars 2014’, oltre 115.000 lettori hanno scelto l’Alfa Romeo 4C come la più entusiasmante auto sportiva di importazione dell’anno. Progettata dagli ingegneri dell’Alfa Romeo e prodotta nello stabilimento Maserati di Modena, la supercar compatta rappresenta l’essenza della sportività insita nel ‘DNA Alfa Romeo’: prestazioni ed eccellenza tecnica finalizzata al massimo del piacere di guida combinate con uno stile mozzafiato.

Alfa Romeo 4C è una vera ‘driving machine’ senza compromessi che dà il meglio di sé proprio in pista, dove velocità, spazi di frenata ridotti e accelerazioni trasversali sono fondamentali per ottenere tempi sul giro di prim’ordine : da 0 a 100 km/h in soli 4,5 secondi netti, 258 km/h di velocità massima, punte di decelerazioni nell’ordine di 1,2 g e punte di accelerazione laterale superiori a 1,1 g. Tutto questo si ottiene con una distribuzione ottimale dei pesi – il 40% sull’asse anteriore, il 60% su quello posteriore – e un peso totale a secco di soli 895 kg – costituiti per la maggior parte da fibra di carbonio, alluminio, acciaio e SMC – oltre ad uno straordinario rapporto peso/potenza inferiore ai 4 Kg/CV.

Le performance eccellenti sono raggiunte anche grazie all’abbinamento del nuovo 1750 Turbo Benzina da 240 CV con il cambio a doppia frizione a secco ‘Alfa TCT’ di ultima generazione e il selettore Alfa D.N.A. evoluto con l’inedita modalità Race. In particolare, il nuovo ‘4 cilindri’ 1750 Turbo Benzina con iniezione diretta a 200 bar e basamento in alluminio raggiunge prestazioni sorprendenti: i valori di coppia e di potenza specifica sono ai vertici della categoria, rispettivamente oltre 200 Nm/l e 137 CV/l, mentre la potenza massima è di 240 CV (176 kW) a 6.000 giri.

Infine, anche gli altri due modelli Alfa Romeo si sono piazzati ai primi posti nella classifica annuale di ‘Auto, Motor und Sport’ dedicata alle vetture d’importazione: l’Alfa Romeo MiTo si è aggiudicata il secondo posto nella categoria ‘utilitarie’ mentre l’Alfa Romeo Giulietta ha conquistato il terzo posto tra le vetture ‘compatte’. Entrambe le vetture sono state recentemente rinnovate.

Condividi questo comunicato:

Post collegati

I Commenti sono chiusi